APP

Associazione Progetto Prijedor

Breve resoconto della missione fatta a Prijedor da domenica 7 al giovedì 11 novembre 2021.

IL VICESINDACO DI PRIJEDOR HA INCONTRATO LA DELEGAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE PROGETTO PRIJEDOR DI TRENTO

Il vicesindaco di Prijedor, Žarko Kovačević, ha tenuto oggi un incontro con la delegazione dell’Associazione “Progetto Prijedor” di Trento, guidata da Ezio Pilati, Presidente dell’Associazione. 

L’argomento dell’incontro era il progetto triennale, che viene attuato tra la Città di Prijedor e l’Associazione Progetto Prijedor. L’obiettivo del progetto è favorire lo sviluppo locale attraverso il microcredito e il sostegno alle piccole e micro imprese. Il progetto si articola in tre fasi, di cui due sono completate. L’incontro ha discusso le possibilità e le modalità di attuazione della terza fase, che includerebbe l’apertura di un Centro o punto per sostenere lo sviluppo dell’imprenditorialità e dei microimprenditori, nonché la sua ubicazione e sostenibilità. Nel corso dell’incontro è stata espressa la volontà di proseguire il dialogo e la collaborazione tra l’Associazione e l’Amministrazione comunale di Prijedor, che negli anni si è rivelata molto proficua.

Schermata 2021-12-13 alle 13.14.01

 

A PRIJEDOR INNAUGURATO L’OTTAVO MURALE CHE SI INTITOLA “IL CIELO E’ IL CONFINE” DELL’AUTORE DRAGAN INDJIC.

La città di Prijedor da oggi ha l’ottavo murale, che si intitola “Il Cielo è il confine”. Questo murale, dipinto dal pittore e grafico academico, Dragan Indjic, ora decora la facciata esterna della Scuola economica e alberghiera di Prijedor.

Attraverso questo murale l’autore invia il messaggio che non ci sono limiti nello sviluppo personale.

- Come ex studente della Scuola economica, volevo dire in qualche modo che l’istruzione formale non deve essere la fine, che gli studenti possono sempre migliorare e imparare in altre direzioni - ha detto Indjić.

Il presidente dell’Associazione degli artisti di Prijedor, Boris Eremić, afferma che quest’anno sono state presentate 18 opere provenienti da Portogallo, Germania, Spagna, Italia, Bosnia ed Erzegovina e Serbia. 

- Per quanto ne so, questo progetto è l’unico del suo genere nell’Europa sudorientale, ed è motivo di orgoglio sia per noi che per la città di Prijedor, e l’importante è che l’interesse non stia diminuendo - ha sottolineato Eremić. 

Il vicesindaco di Prijedor, Zarko Kovacevic, afferma che il governo locale continuerà a sostenere l’arte e questo progetto. 

- Prijedor è una città di murales, pittori, artisti, qui l’Amministrazione Comunale ha sostenuto finanziariamente questa storia e questo murale. Sono particolarmente contento che il murale si trovi in ​​una scuola pubblica e che proprio un cittadino e artista di Prijedor abbia dipinto questo murale - ha concluso Kovačević.

L’obiettivo di questo progetto è quello di marcare Prijedor come una città di pittori e di renderla riconoscibile attraverso murales nella regione più ampia e sulla mappa culturale d’Europa, sottolinea l’Associazione degli Artisti di Prijedor. 

- Abbiamo davanti a noi l’ottavo murale di Prijedor che si realizza interno al progetto “Prijedor – città dei murales” che promuove l’Associazione Artisti di Prijedor in collaborazione con la città di Prijedor e i nostri amici dell’Associazione Progetto Prijedor e della comunità trentina, che hanno sostenuto questa storia dal primo momento - ha aggiunto Boris Eremić. 

L’Associazione degli Artisti di Prijedor ha istituito un premio chiamato Premio Internazionale Annuale “Paola de Maninkor” per il miglior murale di Prijedor. È un’artista trentina che ha realizzato il primo murale a Prijedor nel 1998 sulla Scuola elettrotecnica e meccanica di Prijedor insieme ai ragazzi dei Centri per profughi.

Portali: kozarski.com e prijedordanas.com

Link: 

https://kozarski.com/prijedor-dobio-svoj-osmi-mural/?fbclid=IwAR2CiOg7XyS9vEogugNReIIGAtWJ1PAl14qhwnnTuRPoAZpgYR_ya0-2BBM

http://www.prijedordanas.com/?p=176630&fbclid=IwAR0jvAQrKZt-gOJ_3-mwB8ipWXsvBZzUZUN5SHzYcjTLP4aQ3meHlxHSo-U

   Schermata 2021-12-13 alle 13.14.57 Schermata 2021-12-13 alle 13.14.44 

Inaugurare ottavo murales a Prijedor – Premio internazionale Paola de Manincor.

 

COMPUTER PORTATILI PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DELL’OBBLIGO E SUPERIORI

Questa settimana, presso l’amfiteatro del Centro scolstico di Prijedor, sono stati consegnati 25 computer portatili ai rappresentanti delle scuole dell’obbligo e scuole superiori di Prijedor, destinati agli studenti che non possono acquistarli e che ne hanno bisogno per le lezioni online. I portatili sono stati finanziati dal Comune di Trento e cofinanziati dal Comune di Prijedor.

Si tratta del progetto “Rafforzare la cooperazione tra le scuole di Prijedor e del Trentino e sostenere la qualità della didattica a distanza”. “La consegna di computer portatili alle scuole primarie e secondarie di Prijedor non ha come obiettivo solo di migliorare la qualità dello studio a distanza, ma anche di rafforzare la collaborazione tra istituti scolastici tra Prijedor e Trentino, ovvero soprattutto tra studenti”, ha affermato Ezio Pilati, presidente dell’Associazione “Progetto Prijedor”.

La gratitudine per questa donazione non è stata nascosta nelle scuole di Prijedor. La cooperazione tra Trento e Prijedor, come dicono, continuerà nel periodo successivo.

“Ogni donazione, soprattutto in senso tecnico e di attrezzature per le scuole, significa molto per noi. Siamo grati ai nostri partner dall’Italia per questo prezioso dono. Speriamo che questa cooperazione duri per anni”, ha affermato Aleksandar Miljesic, presidente del Comitato direttori delle scuole superiori di Prijedor.

L’acquisto di computer portatili è costato circa 16.000 KM, di cui la città di Trento ha stanziato più di 11.000 e la città di Prijedor circa 5.000 KM.

Schermata 2021-12-13 alle 13.15.16 Schermata 2021-12-13 alle 13.15.39

Grazie alla collaborazione pluriennale tra Trentino e Prijedor.

 

CORSO ONLINE DI AVVIAMENTO PER MICROIMPRESE E MICROCREDITO

CORSO ONLINE DI AVVIAMENTO PER MICROIMPRESE E MICROCREDITO

E’ iniziata oggi, 22 settembre 2021, la seconda fase del corso di formazione avviamento per imprese e microcredito. Questa seconda fase della formazione sarà centrata sulla comprensione pratica e sul vostro lavoro per la creazione di un piano di impresa, in modo da acquisire competenze necessarie per l’avviamento di un impresa.

Bosniaflyer-it finale_01

Bosniaflyer-it finale_02

Bosniaflyer-it finale_03

Bosniaflyer-it finale_04

Assemblea APP del 16 luglio 2020

Assemblea APP del 16 luglio 2020

L’Assemblea ordinaria dell’Associazione Progetto Prijedor si è tenuta il 16 luglio 2020. I lavori si sono aperti con la nomina di Annalisa Bortolotti quale Presidente dell’Assemblea.

L’assessore del Comune di Levico, Paolo Andreatta ha portato i saluti e l’augurio di buon lavoro a nome della sua amministrazione.

Il Presidente dell’Associazione Progetto Prijedor, Dario Pedrotti, ha presentato la relazione sulle attività del 2019.

Sono stati realizzati 7 progetti:

1.PROGETTO GIUNTA PROVINCIALE: Supporto delle capacità dei Governi locali e contributo alla promozione economica dei settori delle energie rinnovabili, sostenibilità e gestione forestale, promozione delle piccole imprese in tre Municipi della BiH.

Finanziatore: Giunta Provincia Autonoma di Trento – Programma di cooperazione di comunità Trentino-Balcani 2018-2019

Luogo: Bosnia Erzegovina

Tempo: Biennale

Partner: Associazione Trentino con i Balcani (CAPOFILA); Municipi ed Agenzie per la Democrazia Locale (ADL) di Prijedor, Mostar e Zavidovici; Comune di Trento; Protezione Civile Trentina; Consorzio Lavoro Ambiente; Ministero dell’Ambiente della Repubblica Serba della BiH e della Federazione della BiH; Ministero dell’Agricoltura e Foreste della Repubblica Serba di BiH e della Federazione della BiH.

  1. PROGETTO Promozione dei partenariati territoriali, sostegno alla imprenditoria e valorizzazione delle risorse umane per lo sviluppo economico-sociale locale – Prijedor – Bosnia e Erzegovina 2018-2021:

Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento – Programma di cooperazione internazionale 80% e 20 % risorse proprie dell’Associazione Progetto Prijedor

Luogo: Bosnia Erzegovina

Tempo: Triennale

Partner: Scuola Agraria di Prijedor, Istituto Agrario di San Michele, Centro di Formazione dell’Istituto Agrario, Sindaco e amministrazione locale della Città di Prijedor, Agenzia per lo sviluppo locale PREDA, Municipalità di Prijedor, Ministero dell’agricoltura Repubblica Srpska, Associazione frutticoltori Prijedor, ADL, Comune di Trento

  1. PROGETTO Interscambi educativi e formativi 2018-2019

Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento – Programma di cooperazione internazionale 70% e 30 % risorse proprie dell’Associazione Progetto Prijedor

Luogo: Bosnia Erzegovina

Tempo: Annuale

Partner: Scuola Agraria di Prijedor, Istituto Agrario di San Michele, Centro di Formazione dell’Istituto Agrario, Sindaco e amministrazione locale della Città di Prijedor, Agenzia per lo sviluppo locale PREDA, Municipalità di Prijedor, Liceo Galilei Trento, Istituto Rosa Bianca Cavalese, CFP Pertini, Scuola economica Prijedor, Opera Prima Ala, Scuola musicale “Savo Balaban” Prijedor, Scuola meccanica Prijedor, Liceo “Sveti Sava” Prijedor, Associazione teatrale “Arteviva”.

  1. PROGETTO Ristrutturazione servizi igienici nelle scuole primarie “Desanka Maksimovic” e “Petar Kocic” a Prijedor

Finanziatore: Regione TAA 70% e 30% risorse proprie dell’Associazione Progetto Prijedor

Luogo: Bosnia Erzegovina

Tempo: Annuale

  1. PROGETTO educazione ambientale con risvolti teorici e pratici “Si impara facendo 2019″

Finanziatore: Comune di Trento 67% e 33% risorse proprie dell’Associazione Progetto Prijedor

Luogo: Bosnia Erzegovina

Tempo: Annuale

  1. PROGETTO MURALES Concorso Internazionale Paola de Manincor – Realizzazione settimo murales a Prijedor

Finanziatore: Comune di Lavis e Comune di Prijedor

In particolare, il presidente Dario Pedrotti si è soffermato su due punti: il primo ha riguardato una presentazione dettagliata delle attività e delle missioni riguardanti i vari progetti e le attività previste per il 2020; nel secondo ha ricordato che solo un progetto è stato finanziato al 100%; l’Associazione Progetto Prijedor ha dovuto sostenere la realizzazione del resto dei progetti, escluso il progetto affidi, con fondi propri, dal 20% al 30%.

Il settimo progetto, Affidi a distanza è stato presentato dalla vicepresidente Cristina Bertotti la quale ha ripercorso la storia del progetto dal 1997, cioè dalla sua nascita. Da allora sono state assistite 985 famiglie con un importo complessivo, alla data del 31.12.2019, di € 1.638.672,65 (nei primi anni portato in contanti, non essendoci banche affidabili, e poi attraverso bonifici). Ad oggi ci sono 129 famiglie adottate da 119 affidatari, in quanto alcuni affidatari hanno più di un affido.

Il commercialista Mauro di Valerio ha presentato il bilancio del 2019, evidenziando che sono stati analizzati attentamente tutti i progetti, di cui ha inviato tutte le schede all’Associazione. Il bilancio del 2019 si chiude con un disavanzo di 16.894,03 euro e poiché l’Associazione non ha un patrimonio da cui attingere per sanare il disavanzo, si va in predita di 16.894,03. Nonostante questa predita, Mauro di Valerio ha evidenziato che rispetto all’anno scorso si è verificato un miglioramento, in quanto l’anno scorso il disavanzo è stato di 34.927,50. Il bilancio del 2019, come predisposto da Mauro di Valerio, è stato approvato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione nella seduta del 25 maggio 2020 con l’impegno da parte dell’Associazione di mettere in atto strategie per diminuire le spese ed aumentare le entrate: in primis attivando la sottoscrizione per un fondo di solidarietà partendo dai membri del Consiglio Direttivo e ampliando poi la sottoscrizione ai sostenitori e affidatari, e diminuendo i costi delle strutture a Prijedor e a Trento.

L’Assemblea ha approvato il bilancio così come è stato approvato dal Consiglio Direttivo, con 35 voti favorevoli e due astenuti.

(Clicca sulle foto per ingrandire)

Vent’anni a Prijedor: 1999 – 2019

Vent’anni a Prijedor: 1999 – 2019

di Luigi Penasa per lo Studio d’arte Andromeda.

Vent’anni. Nei Balcani erano da poco finiti i dieci anni di Guerra. Prijedor e la Bosnia tutta erano svuotate e impoverite fisicamente e, soprattutto, nello Spirito. Noi dello Studio d’arte Andromeda, eravamo stati invitati da Michele Nardelli, della allora nascente Associazione Progetto Prijedor, a partecipare alla raccolta fondi per la realizzazione, nel centro violentato di quella città, di una Galleria d’arte. Progetto simbolicamente utopistico rafforzato dal fatto che Prijedor era conosciuta in tutti i Balcani come la “città dei pittori”. Raccolti i fondi organizzando due aste di opere d’arte generosamente donate da molti artisti amici della nostra associazione, nel dicembre del 1999 la Galleria era pronta ad aprire. Quando sono andato, in rappresentanza dell’Andromeda, per l’inaugurazione, ho trovato una città grigia e triste che faticava a rinascere schiacciata com’era dal peso di quegli anni di odio e rancore. Così che quel posto che stavamo per aprire, luminoso e aperto, pareva invitare tutti alla speranza e alla comunione. Anche la mostra scelta come prima esposizione non era stata una  casualità era una selezione di opere prese dalla Rassegna Internazionale “Don Quijote”, opere che parlavano di speranza, magari utopistica ma cercata caparbiamente, come unico possibile futuro comune.

Da allora l’Andromeda ha mantenuto una vicinanza collaborativa con il www.progettoprijedor.org  ultima ma importante iniziativa che ci vede partner è il Concorso dei murales, da sette anni ogni autunno la città vede una facciata del suo centro abbellita con opere murali importanti che hanno l’intento di accompagnare con immagini simboliche ricche di colore e di allegria i passi di chi tutti i giorni esce di casa per costruire il tessuto, ancora sfilacciato della sua comunità. Buona Vita Amici.

Vent'anni a Prijedor
Vent’anni a Prijedor, 1999 – 2019