News

VIAGGIO 4-5 GIUGNO 2018: IL RESOCONTO

VIAGGIO 4-5 GIUGNO 2018: IL RESOCONTO

RESOCONTO VIAGGIO 4-5 GIUGNO 2018

Al viaggio hanno partecipato il presidente Dario Pedrotti e il responsabile giovani e scuole Silvano Pedrini

Obiettivi del viaggio:

POMERIGGIO DEL 4 GIUGNO

  1. Verificare lo stato di avanzamento del progetto di educazione cooperativa nelle scuole. Il giudizio su questo punto è particolarmente positivo.  All’incontro hanno partecipati sia ragazzi che insegnanti in rappresentanza delle Associazioni Cooperative scolastiche sia delle scuole superiori 4 che delle scuole dell’obbligo 10Ogni ACS ha presentato in PowerPoint il percorso fatto, le valenze didattiche, l’organizzazione sociale, i prodotti realizzati, la destinazione degli utili.Era percepibile l’entusiasmo degli insegnanti che hanno trovato nel modello cooperativo uno stimolo all’apprendimento, allo studio, alla partecipazione e quello dei ragazzi che si sono sentiti protagonisti di un nuovo modello di scuola. A fine settembre si prevede la premiazione alla presenza delle autorità.
  2.  Consegna dei diplomi ai partecipanti al Film Festival Giovani. Sono stati consegnati i diplomi alle scuole partecipanti con un particolare riconoscimento al gruppo della scuola dell’obbligo “Petar Kocic”. Importante ricordare che i ragazzi vincitori potranno partecipare a fine luglio al Lago film festival che si svolgerà a Revine lago in Provincia di Treviso, concorso Effetto Farfalla e che saranno ospitati per 3-4 giorni dall’organizzazione del Festival.
  3. Individuazione di tre scuole disponibili a realizzare il progetto TRE ORTI PER TRE SCUOLE. Sono state individuate tre scuole in periferia, che quindi dispongono di terreno adatto per realizzare un orto sociale. Noi sosterremo, con 250 euro, l’acquisto di una serra in modo che pur partendo a settembre potranno realizzare la sperimentazione durante l’anno scolastico.
  4. Sito web per l comunicazione delle esperienze di educazione cooperativa. E’ allo studio l’idea di affidare ad una classe di scuola superiore la realizzazione all’interno del sito dell’agenzia locale con link su PROGETTO PRIJEDOR.ORG di uno spazio che raccolga tutte le esperienze delle Associazioni Cooperative Scolastiche. Attualmente nessuna classe si è dichiarata disponibile ma se troviamo un piccolo incentivo economico pensiamo non ci saranno difficoltà anche perché i lavori che sono stati presentati sono già tutti redatti su supporti informatici.

MATTINO DEL 5 GIUGNO

  1. Incontro con i promotori del progetto di PROGETTAZIONE PARTECIPATA

Particolarmente importante è stato l’incontro con i sei giovani impegnati nella formazione sulla progettazione partecipativa. L’incontro era finalizzato a:

  1. Trovare il modo per aggiungere un periodo di impegno per concludere il progetto intervistando i soggetti impegnati nella raccolta di erbe officinali e frutti selvatici e i soggetti impegnati nella frutticultura per analizzare la situazione attuale e verificare la disponibilità e l’interesse ad avviare concretamente la costituzione di una impresa cooperativa.
  2. Verificare la disponibilità dei sei giovani ad assumere direttamente loro l’impegno di seguire i frutticoltori e i raccoglitori nel percorso di costituzione dell’impresa cooperativa. Per questo si è parlato di prospettive di finanziamento, di rapporti con la scuola agraria, di contatti con l’amministrazione pubblica, di impegno a creare coesione nel gruppo.
  3. Si è parlato anche del seminario sul WELLFAR GENERTIVO a Prijedor. Su questo punto si è trovato difficile realizzare il seminario ancora in giugno (luglio e agosto sono proibitivi) e si è pensato di rimandarlo a settembre.
  4. Si è discussa l’idea di analizzare i questionari redatti dai ragazzi titolari delle borse di studio in modo da realizzare un REPORT mettendo in evidenza anche le università che frequentano. L’idea di fondo è di realizzare con loro un incontro per capire quanto sono disponibili/interessati ad un maggiore impegno per la comunità di Prijedor
  5. Consegna del filmato riassuntivo del Progetto PTP Ljubija da allegare alla rendicontazione del progetto stesso oltre che utilizzarlo come materiale di sensibilizzazione.

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FASCE BIANCHE

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FASCE BIANCHE

Fasce bianche Prijedor

COMUNICATO STAMPA

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FASCE BIANCHE

TRENTO 31 MAGGIO 2018 – ORE 17.30

CORTILE PALAZZO THUN, VIA BELENZANI 19

 

Saremo in piazza in silenzio o quasi: solo qualche parola – quelle dei più giovani fra noi – e l’elenco dei 102 bimbi morti che laggiù non vogliono ricordare. Saremo in piazza con le nostre fasce bianche, perché i segni della discriminazione, dell’ingiustizia, della disuguaglianza, dell’orrore, sono uguali ovunque.

Saremo così, silenziosi, disarmati e determinati giovedì prossimo, 31 maggio, alle 17.30, nel cortile di Palazzo Thun.

Manifesteremo assieme a tanti altri nel mondo, 75 città, che con Prijedor, in Bosnia, vogliono ricordare cosa accade quando una guerra finisce e non arriva la pace. Nella Bosnia di oggi, che vuole entrare nell’Unione Europea, quasi 25 anni dopo la guerra che dissolse la ex Jugoslavia la pace è lontana. I popoli restano divisi, i giovani sentono raccontare storie differenti, la lingua viene insegnata come “una lingua madre” originale. Si educa alla divisione. Si insegna l’indifferenza, quando non si insegna l’odio.

Non c’è pace, in Bosnia e anche noi ne siamo responsabili. Le ingiustizie di quel Paese ci riguardano. Sono vicine di casa, fanno parte del nostro mondo e della nostra storia. E così come a Prijedor, ci riguardano le ingiustizie in ogni Paese del mondo.

La Bosnia, Prijedor e le sue fasce bianche, sono un buon modo per ricordarcelo. Sono un’ottima ragione per costringerci ad un impegno: costruire la pace ovunque, partendo da qui, da casa nostra. Saremo in piazza, in silenzio, per questo. Perché la pace è una cosa che ci riguarda.

Un evento di:

Associazione 46° Parallelo

Associazione Trentino con i Balcani

In collaborazione con:

Forum Trentino per la Pace e i diritti umani

Associazione progetto Prijedor

Associazioni ed enti che aderiscono:

Arci del Trentino

Associazione Grande Quercia

Associazione Tremembè Onlus

Docenti senza Frontiere

Festival del Cinema dei diritti umani di Napoli

Fondazione Langer

Gruppo Bosnia Mori

Movimento nonviolento

Associazione Oratorio S. Antonio

Piccola Scuola di Pace – Firenze

Gruppo Scout di Gardolo

Gruppo Scout di Lavis

Gruppo Scout Madonna Bianca (Trento 12)

Scuola di Formazione politico-culturale Alexander Langer

 

@atlanteguerre @trentinobalcani                  www.atlanteguerre.it   www.trentinobalcani.eu

@forumpacetrentino @progettoprijedor            www.forumpace.it   www.progettoprijedor.org

IL RESTAURO DEL PRIMO MURALE A PRIJEDOR

IL RESTAURO DEL PRIMO MURALE A PRIJEDOR

GIOVANI DI PRIJEDOR HANNO RESTAURATO IL PRIMO MURALE NELLA LORO CITTA’

(Dal portale prijedordanas.com, 30 aprile 2018)

Le sei ragazze giovani di Prijedor: Lorena Mirković Lovrić, Dajana Bilbija, Marija Marin, Katarina Pašagić, Nataša Bubalo e Isidora Dobrijević, che frequentano la scuola di pittura di Boris Eremic, il presidente dell’Associazione artisti di Prijedor, insieme a lui hanno restaurato il primo murale di Prijedor.

Infatti, nel mese di ottobre dello scorso anno, delle persone sconosciute, sul murale situato sulla scuola elettrotecnica di Prijedor, hanno disegnato contenuti inappropriati e lo hanno danneggiato irrimediabilmente.

foto 6Il primo murale di Prijedor, opera di Paola de Manicor, deturpato l’anno scorso da ignoti

Questo murale è l’opera dell’artista italiana Paola de Manincor, disegnato nel 1998 insieme ai bambini dei centri profughi di allora.

“I murales sono diventati una delle principali attrazioni turistiche di Prijedor perchè numerosi ospiti della nostra città si fotografano proprio davanti ad uno di essi. Per tutto ciò, abbiamo deciso di investire il nostro talento, il tempo e il nostro amore ed entusiasmo in questo restauro. Abbiamo tentato di rispettare l’espressione originale dell’artista, però abbiamo aggiunto anche una piccola parte di noi stessi in tutto questo perché Prijedor resti degna del titolo Città dei murales” – ha detto Boris Eremić.

Secondo le sue parole, il progetto di restauro è stato sostenuto dalla Città di Prijedor e Associazione Progetto Prijedor di Trento.

Ricordiamo che, in ommaggio all’artista Paola de Manincor e con il sostegno di donatori italiani, attraverso il concorso “Prijedor, città dei murales”, fino ad oggi sono stati realizzati 5 murales e tra poco verrà pubblicato il concorso per il sesto murale, l’unico di questo tipo nel sud-est europa.

Il restauro del murale ad opera delle giovani studentesse di Prijedor

restauracija-prvog-murala-1

Il murale dopo il restauro

restauracija-prvog-murala-2

La squadra di lavoro

(Clicca sulle foto per ingrandirle e vedere le fasi del restauro)

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA

APP_Logo

 

Ai Soci dell’Associazione Progetto Prijedor

Agli affidatari e agli amici

Loro sedi

Trento, 30/04/2018

Viene convocata l’Assemblea ordinaria dell’Associazione per il giorno

Lunedì  21 maggio ore 23.00 in prima convocazione

VENERDI 25 MAGGIO ORE 17.00 in seconda convocazione

A TRENTO, Centro Kaire – via Venezia n° 10 – Trento – (ex CONVENTO FRANCESCANI)

                 Si può entrare sia da via Grazioli che da via Venezia (strada per la Valsugana).

 

col seguente ordine del giorno:

  1. Comunicazione del Presidente
  2. Relazione Revisori dei conti
  3. Presentazione bilancio consuntivo 2017
  4. Presentazione risultati del sub-progetto “Programmazione Territoriale Partecipativa a Ljubija”
  5. Progetti 2018
  6. Varie e eventuali.

L’assemblea è aperta a tutti gli interessati, mentre il diritto al voto è riservato ai soci che risulteranno in regola con il versamento della quota associativa per l’anno 2018, che può essere versata all’inizio dell’Assemblea oppure sul conto bancario

IBAN IT 43 Y 08304 01848 000045355604

NB   Dopo l’assemblea ci sarà la cena per la quale vi preghiamo di prenotarvi.

Ci sarà anche l’occasione per un particolare ringraziamento ad un gruppo di signore di Trento con la passione del ricamo, Antonietta, Augusta, Lina, Olga, Rosalinda e Rosetta che anche quest’anno  hanno lavorato  spontaneamente  per la nostra  Associazione confezionando degli splendidi ricami su stoffe di pregio.

Tutti i lavori sono stati venduti nel periodo natalizio con un significativo ricavo  di 1.500,00 euro,  interamente versato sul conto dell’Associazione per finanziare la coordinatrice del Polo sociale di Ljubija.

Nell’attesa di incontrarci, inviamo un cordiale saluto.

Il Presidente dell’Associazione Progetto Prijedor

Dario Pedrotti

Calendario Viaggi 2018

Calendario Viaggi 2018

Cari amici,  ecco il calendario dei viaggi a Prijedor per il 2018.

aprile 3-6 e 20-22 o 22-25
maggio 5-8 con visita a Sarajevo
giugno 4 – 10 viaggio conoscenza dei Balcani (Montenegro) e 22-24
luglio 7 – 9 o 13-15
agosto 24 – 26
settembre 21 – 23
ottobre 19 – 21
novembre 23 – 25
dicembre 7 – 9
gennaio 2019 25 – 27

Per quanto riguarda i viaggi nei Balcani, si raccolgono le prenotazioni entro 30 aprile.
Tutte le altre date sono indicative e non esaustive.

Incontro a Ljubija, 12 marzo 2013

Incontro a Ljubija, 12 marzo 2013

Nel giorno 12 marzo 2018 presso la scuola dell’obbligo “Mladen Stojanović” a Ljubija sono stati presentati i risultati del progetto “Analisi delle necessità e condizioni della zona di Ljubija”. Il progetto si sta realizzando da parte dell’Associazione Progetto Prijedor di Trento, in collaborazione con il Comune di Prijedor e l’Agenzia per lo sviluppo economico della città di Prijedor “Preda-PD”.
Sul progetto lavorano otto persone giovani che hanno il compito di eseguire un diagnostico che poi servirà come base per scrivere futuri progetti relativi allo sviluppo di Ljubija. Il lavoro svolto finora ha dimostrato che gli abitanti di Ljubija sono disposti a partecipare all’analisi delle necessità e condizioni e dare il loro contributo. Sono stati mappati I problemI che affrontano gli abitanti di Ljubija come anche le idee per le possibili soluzioni.
Alla presentazione del progetto ha partecipato una cinquantina di abitanti di Ljubija, i rappresentanti del comune condotti dal sindaco di Prijedor e il presidente del Consiglio comunale, i rappresentanti di Preda e delle diverse circoscrizioni di Prijedor e case dei media.

CONCORSO “IDEE E PROGETTI”

CONCORSO “IDEE E PROGETTI”

APP e ADL
indicono il concorso  

IDEE E PROGETTI
di
EDUCAZIONE COOPERATIVA NELLE SCUOLE

Anno scolastico 2017/2018

L’iniziativa si propone di promuovere, tramite la sperimentazione

  • L’educazione alla solidarietà e alla cittadinanza globale
  • L’educazione all’imprenditorialità cooperativa
  • La cultura del lavoro di gruppo, del confronto, della collaborazione
  • Lo sviluppo di una cultura di Impresa solidale ed etica.

Il progetto è rivolto sia alla scuola dell’obbligo che alla scuola superiore 

  • Le scuole dovranno comunicare ad ADL – entro il 10 marzo 2018 la propria partecipazione con una proposta in cui siano specificati:
  • La classe che aderisce
  • Gli insegnanti responsabili del progetto
  • Il tema/argomento/progetto prescelto

Potrà essere un progetto per la realizzazione di un’impresa cooperativa in campo 

  • Economico
  • Formativo – culturale
  • Sociale – solidaristico,

Potrà essere evidenziato  

  • Un nuovo prodotto o servizio particolarmente richiesto, utile, innovativo
  • Lo sviluppo e l’approfondimento di analisi del mercato,
  • Le strategie e le esperienze per la commercializzazione/diffusione del prodotto stesso.
  • Il coinvolgimento di soggetti interni ed esterni alla scuola

DOVRÀ ESSERE PRESENTATA LA DOCUMENTAZIONE DI QUANTO È STATO FATTO

  • Il lavoro dovrà comprendere:
  • Una relazione generale sul percorso seguito per l’individuazione del tipo di impresa e del settore di attività a cui il progetto si riferisce e sul tipo di organizzazione interna che il gruppo si è dato nella fase di studio;
  • La documentazione tramite relazioni, fotografie, filmati dell’esperienza stessa in cui si evidenzi:
  • Il protagonismo degli studenti
  • Il coinvolgimento di soggetti interni ed esterni alla scuola
  • I valori dell’esperienza cooperativa
  • Il piano di fattibilità articolato nelle aree
  • Organizzativa,
  • Finanziaria,
  • Patrimoniale ed economica,
  • Comprensivo di un piano delle risorse umane.
  • IL bilancio del percorso fatto, articolato in
  • Bilancio economico
  • Bilancio didattico
  • Bilancio sociale

Scadenza

Gli elaborati dovranno pervenire alla sede di ADL ENTRO IL  2 GIUGNO 2018.

I lavori saranno valutati da una Commissione costituita da esponenti di

  • Responsabile all’area Sviluppo dell’APP
  • Assessore per economia e agricoltura della Città di Prijedor
  • Agenzia “PREDA-PD”
  • Dirigente scolastico di uno degli istituti di Prijedor coinvolti nel progetto

 Che indicherà una graduatoria assegnando

  • 2 buoni acquisto del valore di € 300

cadauno ai primi classificati;

  • 2 buoni acquisto del valore di € 200

cadauno ai secondi classificati;

  • 2 buoni acquisto del valore di € 100

cadauno ai terzi classificati;

  • 6 buoni acquisto del valore di € 50 per la partecipazione.

 

Il PROSPETTO DEL CONCORSO può essere scaricato cliccando QUI.

IL VIAGGIO DI FEBBRAIO A PRIJEDOR

IL VIAGGIO DI FEBBRAIO A PRIJEDOR

OBIETTIVI:

  • Tenere il Seminari di Formazione di educazione cooperativa nelle scuole e lanciare il concorso per le scuole di Prijedor di Educazione Cooperativa IDEE E PROGETTI
    di EDUCAZIONE COOPERATIVA NELLE SCUOLE

2) Instaurare nuovi rapporti di scambio tra le scuole

3) Fare il punto sul progetto Murales e sul ripristino del dipinto di Paola De Manincor

PARTECIPANTI MISSIONE:

Dario Pedrotti, Ezio Pilati, Silvano Pedrini del direttivo di APP

Marco Frenez docente presso istituto ITI-Pozzo

Andrea Schelfi, dirigente Istituto Pertini, Enzo de Luca e Mario Morandi collaboratori del dirigente

Franco Turri esperto in progettazione partecipata.

Sul primo obiettivo abbiamo lavorato la mattina di sabato 11 presso una scuola media di Prijedor dove, alla presenza di 35 insegnanti di tutte le scuole di Prijedor – sia dell’obbligo che delle superiori – si è svolto il SEMINARIO DI FORMAZIONE.

Prijedor_Febbraio_01

Pedrini ha presentato il progetto di lavoro per l’anno 2017-2018. A seguire Pedrini ha illustrato li aspetti storici per capire come è nata la cooperazione, le motivazioni economiche, sociali, culturali, quali benefici ha portato tra le popolazioni sia a livello europeo, in particolare Inghilterra, Germania. Francia, sia in Italia.

Frenez ha presentato la sua esperienza didattica nella cooperativa formativa scuola-lavoro mettendo in luce gli aspetti normativi, le disposizioni riguardanti il progetto scuola-lavoro, le finalità didattiche e il coinvolgimento delle altre discipline nel progetto.

Prijedor_Febbraio_foto_02

Morandi ha presentato l’esperienza di Associazione Cooperativa Scolastica (ACS) del suo istituto che si caratterizza per la particolarità di essere una cooperativa di istituto, a partecipazione libera e che vede gli studenti impegnati tutti i venerdì in attività anche extra scolastiche. Ha spiegato come è nata la cooperativa – cariche, statuto, principi, verbali – il coinvolgimento di altri docenti, il rapporto che le attività che si realizzano fuori dalla scuola.

Particolarmente apprezzato è stato l’intervento di una docente di Prijedor che ha presentato il percorso cooperativo realizzato nella sua scuola e che ha così dimostrato come il tema cooperativo riscuota particolare interesse nella comunità di Prijedor.

Al seminario era presente anche una rappresentante della comunità di Tuzla che ha chiesto la nostra disponibilità a ripetere l’esperienza anche presso di loro.

Prijedor_Febbraio_03

Sul secondo obiettivo abbiamo lavorato nel pomeriggio di venerdì incontrando:

La scuola di elettronica – sezione falegnameria –  dove si è discusso sulla possibilità di realizzare scambi sia tra insegnanti che tra studenti nel campo della lavorazione del legno. Potrebbero essere realizzate delle “settimane” di scambio tra alcuni studenti particolarmente interessati per un lavoro di approfondimento su alcune lavorazioni specifiche.

La scuola di medicina – sezione cura della persona, parrucchieri, estetiste – dove i temi sono stati ancora lo scambio di studenti per approfondimenti sia di sviluppare un lavoro di coinvolgimento didattico per gli studenti demotivati che potrebbero trovare in un progetto specifico un motivo di impegno. Potrebbe essere un’esperienza teatrale, una settimana di volontariato nelle case di riposo, comunque un’occasione di impegno importante e impegnativa.

Sul terzo obiettivo abbiamo lavorato sabato pomeriggio incontrando i responsabili dell’associazione artisti di Prijedor e dove è stata discussa sia la questione della sesta edizione del progetto murales, sia la situazione venutasi a creare a seguito dell’imbrattamento del primo murales dipinto da Paola de Manincor. Sono state individuate le linee di fondo, coinvolgimento degli studenti nei lavori di ripristini del murale, allargamento della platea dei partecipanti al concorso internazionale, e le problematiche che verranno discusse a breve nel direttivo di APP.

Prijedor_Febbraio_foto_04

Presentazione della pianificazione partecipata a Ljubija

Presentazione della pianificazione partecipata a Ljubija

PTT_Ljubija

 

Progetto di cooperazione internazionale allo sviluppo

“SOSTEGNO ALLA SVILUPPO ECONOMICO – SOCIALE PARTECIPATO DEL TERRITORIO E PROMOZIONE DELL’IMPRENDITORIA” 2017/2018

Presentazione realizzata dai Promotori territoriali:
il territorio,analisi delle necessità e condizioni della zona di Ljubija, le esperienze sul terreno, le fasi di lavoro, timeline del lavoro 

visita il sito cliccando sul link:

https://prezi.com/view/DSu510XkqiLd9SHVYjgd/